Serre per orto

Serre per orto: caratteristiche e materiali

Le serre per orto sono veramente molto importanti per proteggere le piante durante la stagione invernale. Rappresentano dei prodotti veramente essenziali per le coltivazioni, in modo che le piante e i fiori possano restare al riparo dalle temperature troppo rigide, dalle precipitazioni e dalla nebbia. Utilizzando questi sistemi per la coltivazione, è possibile avere a disposizione la frutta e la verdura fresche anche durante l’inverno e favorire la crescita dei nuovi germogli. Ma come scegliere le migliori serre per orto? Quali caratteristiche devono avere, in modo da poterci orientare opportunamente?

Le caratteristiche fondamentali delle serre per orto

Le serre per orto disponibili ad esempio su Idroponica.it sono utili per chi cura uno spazio urbano, per chi ha un giardino o chi gestisce – più in generale – uno spazio verde, all’interno del quale può coltivare ortaggi, verdure e fiori. In inverno il freddo e le intemperie possono costituire un ostacolo sia alla crescita dei frutti che alla germinazione dei semi per lo sviluppo di nuovi germogli.

Il mercato è davvero molto ricco per ciò che riguarda le serre, per le loro strutture, i loro schemi, e mette a disposizione anche dei modelli che si possono montare velocemente, anche senza possedere attrezzi specifici. In genere lo schema classico di una serra per orto è costituita da una struttura in tubolare metallico e da un telo di protezione. Quest’ultimo può essere costituito da plastica o da materiale polimerico.

La struttura classica di una serra è quella che prevede la creazione di veri e propri archi, da disporre secondo le dimensioni che più corrispondono alle nostre esigenze. In questa maniera si può creare una sorta di struttura a tunnel, per proteggere le piante e creare un ambiente caldo in grado di favorirne la crescita.

Questo tipo di serre può essere adatto non soltanto per la coltivazione degli ortaggi. Infatti, scegliendo anche le opportune dimensioni, si possono creare delle serre a tunnel per proteggere le aiuole fiorite.

Posizione della serra e materiali

Ma non si tratta soltanto della struttura, infatti per ottenere risultati adeguati nelle coltivazioni occorre prestare attenzione anche ad altri fattori fondamentali, come la posizione della serra e i materiali da cui essa è costituita.

La posizione sicuramente influisce nel determinare il microclima ideale per favorire la crescita delle piante. In genere si preferisce collocare i due lati più piccoli rivolti verso Nord e verso Sud, se si utilizza una serra a tunnel. È molto importante verificare che pareti o alberi non creino zone d’ombra.

I materiali migliori a cui affidarsi sono generalmente l’acciaio e l’alluminio. Questi hanno la caratteristica di essere flessibili, ma allo stesso tempo sono resistenti. Quindi questi materiali possono essere importanti per gli elementi tubolari e poi per il telo di protezione si può ricorrere al poliuretano.

Ci sono anche delle strutture in PVC, che hanno il pregio di essere più leggere. Tuttavia queste serre sono adatte soltanto ad un uso temporaneo e sarebbe bene non utilizzarle in condizioni meteo particolarmente difficili. Per fissare il telo al terreno si possono utilizzare diverse attrezzature, come le corde elastiche, i picchetti da tenda e quelle tipiche fascette in plastica che usano gli elettricisti.

Molto importante è scegliere il modello più adatta alla coltura che si vuole realizzare e al tipo di terreno, in modo da determinare delle condizioni ideali di umidità e di temperatura, che in genere non sono inferiori ai 10 gradi centigradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *